+39 329 5724694

Dic 5, 2015 | 0 commenti

Aprire Società in Slovenia

Aprire una Società in Slovenia può rappresentare una valido strumento di pianificazione fiscale. In questo articolo vedremo come aprire una società in Slovenia e lavorare in Italia, o ancora come aprire una ditta in Slovenia. Analizzeremo importanti aspetti inerente come aprire una partita IVA in Slovenia, e ancora come funziona la tassazione in Slovenia e quante tasse si pagano in Slovenia sui redditi

INDICE

  1. Come Aprire una Società In Slovenia
  2. La tassazione dei redditi societari in Slovenia e il Regime dei Minimi al 4%
  3. Tabella riassuntiva della tassazione
  4. Aprire una partita Iva in Slovenia: i differenti regimi IVA 
  5. Aprire società in Slovenia e lavorare in Italia
  6. A chi conviene aprire una società in Slovenia
  7. Cosa possiamo fare per te?

 

Come Aprire una Società in Slovenia

Aprire una società in Slovenia è relativamente semplice. La forma societaria preferita è la DOO, l’equivalante della SRL italiana. Il capitale sociale minimo da versare ammonta ad € 7.500,00 €uro, tale ammontare deve essere versato in un conto corrente bancario. Al pari dell’Italia, la banca rilascia una certificazione che attesta il versamento del capitale sociale, e con tale attestazione si può procedere alla registrazione della società presso la Camera di Commercio e presso il Catasto Imprese.

Quando si procede all’apertura di una Società in Slovenia la stessa viene registrata presso la locale Camera di Commercio, ma vi è anche un inserimento della stessa presso il Catasto delle Imprese, un registro tenuto dal tribunale. Occorre quindi fare attenzione alla scelta del nome della società, per evitare che questo venga eventualmente rigettato dal Catasto Imprese. In tal caso, infatti, occorre ripetere la procedura di registrazione dall’inizio.

Generalmente non è previsto l’intervento del Notaio in fase di apertura della società Slovena, almeno che non sia renda necessario a seguito di conferimenti in natura o particolari esigenze dei soci.

Come detto la costituzione di una società in Slovenia prevede altresì l’apertura l’apertura di un conto corrente in Slovenia. Le banche slovene recentemente richiedono una maggiore quantità di informazioni ed una due diligence maggiormente complessa per aprire il conto. Per questo è importante affidarsi a professionisti preparati al fine di poter ottenere l’apertura del conto in tempi rapidi. Questo per presentare correttamente la domanda di apertura corredata di tutte le informazioni necessarie ed ottenere l‘apertura del conto corrente della società slovena.

Aprire la partita iva in Slovenia con tanto di VIES è adempimento separato dalla Costituzione della Società in Slovenia. Come in molti Paesi ad eccezione dell’Italia, la partita iva non viene rilasciata automaticamente quando si costituisce il soggetto giuridico. Occorre infatti una procedura separata di richiesta all’ufficio IVA, che prevede la presentazione di una documentazione comprovante la tipologia di attività svolta, il personale eventualmente impiegato, eventuali clienti e fornitori nonché i locali di svolgimento dell’attività.

Anche in questo caso possiamo assistere il cliente a 360° nell’ottenimento della Partita IVA VIES per la società slovene, nella considerazione che esistono due tipologie di identificazione ai fini IVA

La tassazione dei redditi societari in Slovenia e il Regime Forfettario al 4%

La tassazione dei redditi della D.O.O. Slovena, società di capitali del tutto simile ad una SRL Italiana, prevede una flat tax del 19%. La distribuzione dei dividendi prevede una ritenuta del 25%.  La Slovenia ha trattati contro la doppia imposizione ratificati con le principali Giurisdizioni Europee, al fine di applicare aliquote convenzionali nel caso di distribuzioni di dividendi a soggetti non residenti

Un regime fiscale particolarmente interessante è il Forfettario fino a 100,000 Euro. Vediamo nello specifico e per punti di cosa si tratta:

  1. Un residente fiscale sloveno può aprire una ditta individuale in Slovenia regime forfettario che sconta un’imposta del 4% sui redditi fino a 100,000 €uro.
  2. Il regime forfettario non prevede un calcolo della tassazione sull’utile derivante dalla sottrazione dei costi ai ricavi. Sui redditi fino a 100.000 €uro è possibile forfettariamente detrarre l’80% di costi. Il rimanente 20% del reddito, viene tassato al 20%, da qui una tassazione finale del 4%.

Vediamo un esempio

Totale Fatturato Ditta Individuale:  € 90.000,00
Deduzione Forfettaria dei costi:     € 72.000,00
Utile Forfettario:                           € 18.000,00

Imposta (18.000,00×20%)            €   3.600.00 (ovvero il 4% di 90.000 €uro)

Fino a 50.000 euro di fatturato con questo regime non è obbligatorio richiedere la partita Iva, mentre poi diventa obbligatorio richiedere il VIES con una delle due identificazioni IVA disponibili di cui parlo al punto 4

L’ottimizzazione fiscale è quindi veramente interessante per chi intende operare e vivere realmente in Slovenia. La ditta individuale permette di operare in differenti settori, e con clienti anche esteri. Questo regime forfettario, per l’ampiezza del plafond e la bassa aliquota, è uno dei migliori che si possono trovare attualmente in Europa

Tabella riassuntiva della tassazione

Lingua Ufficiale Sloveno (anche Italiano zona di Koper)
Valuta EURO
Corporation TAX 19%
VAT RATE (Aliquota IVA) 22%
Ritenuta sui Dividendi (Witholding Tax) a soggetti Persone Fisiche Residenti in Slovenia  

25%

Ritenuta sui Dividendi (Witholding Tax) a soggetti Persone Fisiche non Residenti in Slovenia  

15% (oppure secondo DTAA)

Capitale Sociale Minimo Versato € 7,500
Tassazione Rendite Finanziarie 25%
Regime dei minimi:

Una SP di Persona Fisica residente in Slovenia, con regime forfettario, sconta un imposta del 4% fino a 100,000€ + Contribuzione Inps Slovena

Possibilità di aprire Conti Correnti a Persone Fisiche non residenti  

NO

Possibilità di aprire Conti Correnti a Persone Giuridiche non residenti  

SI (a seconda della Giurisdizione)

Aprire una partita Iva in Slovenia: i differenti regimi IVA

L’apertura della partita Iva Slovena, come già ampiamente trattato, è un adempimento separato e successivo rispetto all’apertura della società.

Quando si richiede partita IVA Vies esistono due tipologie differenti di identificazione

  1. Partiva IVA SERVIZI: questa tipologia di identificazione IVA è indicata per chi fa prestazione di servizi. Si tratta di un VAT Number iscritto al VIES che permette di fatturare senza iva a soggetti in regime B2B sia in Slovenia che all’estero. Permette altresì, e questa è una delle peculiarità, di fatturare senza applicare l’imposta anche a soggetti in regime B2C sia in Slovenia che all’estero. Questo regime prevede però l’integrazione dell’IVA negli acquisti transfrontalieri: se si acquista un bene o un servizio al di fuori della Slovenia, la fattura sarà senza IVA, come cessione intracomunitaria. Occorrerà però versare il 22% di IVA allo Stato Sloveno in fase di liquidazione mensile
  2. Partita IVA Import-Export: questa tipologia di identificazione IVA è indicata per chi commercia ed effettua importazioni ed esportazioni di beni. Il funzionamento è quello classico delle Partite Iva VIES in ambito comunitario. In via esemplificativa e non esaustiva si fatturerà a soggetti B2C non sloveni + IVA 22% e a soggetti B2B non sloveni senza IVA (Reverse Charge). Gli acquisti non prevedono l’integrazione dell’IVA.

Perché esistono queste due identificazioni?

La procedura di apertura della Partita IVA import-export richiede circa 6 settimane, ed una serie di documentazioni e verifiche da parte dell’ufficio IVA che non permettono di poter iniziare immediatamente l’attività. A fronte di ciò è stato introdotto il regime dei servizi che è maggiormente facile da ottenere e prevede la presentazione di una mole inferiore di documentazione. Questo permette, agli operatori che prestano solo servizi,  di poter operare con maggiore facilità ed in tempi più brevi.

Aprire società in Slovenia e lavorare in Italia

Molti si domandano se sia possibile aprire una società in Slovenia e lavorare in Italia. Per rispondere questa domanda occorre comprendere quali siano i principi che regolano la residenza fiscale di una società. Questo articolo ed il video in basso possono essere utili

Ma allora posso aprire una società in Slovenia e lavorare in Italia?

La risposta è si! Ma rimane evidente che se l’attività è svolta in Italia occorre identificare la società slovena per mezzo di una stabile organizzazione italiana, e quindi versare le imposte in italia sui redditi ivi prodotti.

Per quale motivo si potrebbe valutare un’opzione di questo tipo?

La stabile Organizzazione, o Branch in Inglese, è uno strumento poco utilizzato in Italia ma che presenta dei vantaggi. Ad esempio ha minori costi di gestione perché non prevede, al pari della SRL, l’obbligatorietà del deposito dei bilanci, o la tenuta delle assemblee annuali. La Branch versa un diritto camerale di importo nettamente inferiore alla SRL e, nel caso debba essere chiusa, non richiede una procedura di liquidazione.

Di contro la Branch non è un soggetto giuridico Italiano, ma solamente una identificazione ai fini fiscali. Questo in alcuni casi può rappresentare uno svantaggio, per cui la scelta deve necessariamente essere discussa con un professionista

A chi conviene aprire una società in Slovenia

La Slovenia rappresenta attualmente una delle migliori opportunità in termini di risparmio fiscale per chi intenda trasferirsi all’estero. Il regime dei minimi al 4% permette una vera ottimizzazione fiscale soprattutto per le micro-imprese, oppure per i liberi professionisti che lavorano principalmente on-line, ma anche per consulenti o fornitori di beni o servizi.

La tassazione al 19% dei redditi societari è altresì molto vantaggiosa, e competitiva in ambito europeo.

La Slovenia è un Paese moderno in forte espansione grazie alla vicinanza con Austria e Italia, che offre bassi costi di insediamento, tassazione favorevole e ottima qualità della vita.

La zona di Koper gode di un bilinguismo ufficiale, per cui i rapporti con la pubblica amministrazione possono essere anche in lingua Italiana, questo agevola l’insediamento aziendale dall’Italia. In loco è possibile reperire personale specializzato che parla anche italiano, con un costo del lavoro mediamente inferiore di almeno 1/3 rispetto all’Italia.

Il porto di Capodistria permette anche di gestire con facilità attività che necessitino l’importazione di prodotti via nave, il vicino aeroporto e la presenza di centri logistici permette di poter gestire comodamente trasporti via mare, aria e terra.

Cosa possiamo fare per te?

Dal nostro ufficio di Capodistria possiamo fornirti tutti i servizi necessari a trasferirti in Slovenia o in Croazia ed insediarti con il tuo business. In via esemplificativa e non esaustiva possiamo offrire servizi di:

  1. Apertura di Società DOO e ditte Individuali SP
  2. Tenuta della Contabilità;
  3. Disbrigo delle pratiche di importazione e gestione doganale;
  4. Assistenza al reperimento di un immobile a uso privato o aziendale;
  5. Soluzioni logistiche e di stoccaggio merci, gestione dei trasporti;
  6. Disbrigo pratiche residenza e consolari, Iscrizione AIRE;
  7. Gestire pratiche di Recupero Crediti in Slovenia;
  8. Apertura di Conti Correnti personali ed aziendali;

https://stareinfo.it/category/estero/Se vuoi maggiori informazioni scrivimi una mail a mattia.galavotti@gmail.com oppure contattami via skype, contatto mattiagalavotti, oppure 329/5724694

INDICE

  1. Come Aprire una Società In Slovenia
  2. La tassazione dei redditi societari in Slovenia e il Regime dei Minimi al 4%
  3. Tabella riassuntiva della tassazione
  4. Aprire una partita Iva in Slovenia: i differenti regimi IVA 
  5. Aprire una società in Slovenia e lavorare in Italia
  6. A chi conviene aprire una società in Slovenia
  7. Cosa possiamo fare per te?

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *